Karate Wado # Friuli 2016

Quando parlo della scuola immagino che oltre che valutare la nozionistica, chiaramente importante, sia fondamentale avere delle basi sulle quali poggiare personalità, autostima, conoscenza di sé. Solo su basi di partenza simili è possibile aggiungere la “tecnica” e proporla in un confronto con altre diversità strutturate.

Solamente in questo modo armonico possiamo parlare di evoluzione, di crescita armonica.

L’alternativa è la chiusura presuntuosa e auto referenziata in sé, o peggio, l’imitazione acritica di un modello preso a prestito. Per questa ragione, fino allo sfinimento, continuiamo a proporre momenti di confronto con altri karateki, perché solo così si può crescere e far crescere. Coscienza, conoscenza, confronto ed elaborazione. Un cerchio che diventa spirale che si apre e non solo nel dojo…